Per il secondo passaggio abbiamo realizzato la copertura utilizzando un’immagine. L’andamento risulta essere più morbido rispetto al tentativo precedente dove avevamo usato una funzione matematica.

Il risultato ancora non è del tutto uguale al modello originale, possiamo comunque utilizzarlo come base della copertura.

La difficolta più grande che ho riscontrato è capire i flussi e come fare a combinare righe e colonne. Ad esempio capire quando e come si fa a collegare a coppie o meno dei punti o elementi.

Lo step successivo sarà creare la struttura piana e poi farci dei pannelli rettangolari sull’intera superfice. Successivamente creare la colonna che regge la copertura.